I giganti della preistoria tornano in una collezione epica!

Sono feroci e super elastici!

Cerca gli speciali e collezionali tutti… la lotta per la sopravvivenza è iniziata!

Smilodon – si illumina al buio: la temibile tigre dai denti a sciabola

Mammut: una delle specie più grandi mai comparse sul nostro pianeta

Stegosauro: le grandi placche sul dorso erano la sua difesa dai predatori

Utahraptor – cambia colore in acqua calda: possedeva artigli lunghi più di 20 centimetri

Euoplocefalo: il suo nome significa “testa ben corazzata”

Carnotauro – cambia colore in acqua calda: uno dei più veloci teropodi di grandi dimensioni

Dimetrodonte: era ghiotto di pesci, ma anche di rettili e anfibi

Brontosauro: un sauropode di 22 metri di altezza e 15 tonnellate

Dilofosauro: un predatore agile e veloce

Triceratopo: un erbivoro dall’aspetto imponente

Pteranodon – si illumina al buio: aveva un’apertura alare di circa 6 metri

Parasaurolofo: un grande erbivoro terrestre lungo circa 9 metri

Nodosauro: era corazzato con lunghe spine sui fianchi

Lexovisauro: la sua armatura scoraggiava i più accaniti predatori

T-Rex – cambia colore in acqua calda: il più grande e feroce predatore terrestre

Brachiosauro – si illumina al buio: un enorme sauropode di 40 tonnellate di peso e 25 metri di lunghezza

Terizinosauro: detto anche “lucertola falce” per via dei giganteschi artigli

Lucertola preistorica a due teste: una specie estinta di rettili acquatici

Guarda il video!