I dinosauri si sono formati quando un anfibio, l’Ichtyostega, si evolse perdendo le branchie e le sue pinne si trasformarono in zampe. Passarono molti anni prima che i suoi discendenti prendessero il controllo del pianeta 225 milioni di anni fa.

Avevano forme, dimensioni e abitudini molto diverse fra loro. Alcuni erano piccoli e veloci, altri mastodontici e lenti, erbivori o carnivori, alcuni vivevano in gruppi, altri erano solitari.
In base alla conformazione del loro bacino sono stati suddivisi in Saurischi e Ornitischi. Della prima famiglia, tra gli erbivori c’erano Brontox, un dinosauro dal collo e la coda lunghissimi, Vulcanox, ghiottissimo di piccoli pesci e Ampelox, un lucertolone che frequentava le vigne dell’attuale Francia. I carnivori erano invece Spinox, uno dei più grandi e forti dinosauri di sempre, Eorax, il più antico dei dinosauri e Tyrox, un enorme dinosauro.
Gli ornitischi si dividevano, invece, in corazzati e cornigeri. Tra i primi Kentrox, vivace e forte, Saicam, un tozzo dinosauro con una coda  a forma di clava, e Minmi, la quale corazza risultava impenetrabile. Tra i secondi Anchix, uno snello dinosauro con un grande corno in mezzo alla fronte, Eotricex, dalle grandi corna ricurve in avanti ed infine Protox, un quadrupede erbivoro con un grande collare sulle spalle. Oltre a loro c’erano anche i pacifici Pelicosauri, rettili dai quali sono derivati tutti i mammiferi. Tra loro Spinosox, fratello minore di Spinox dei Saurischi, non forte come lui ma molto intelligente ed arguto, Dimetrox, carnivoro che riusciva a sfruttare la particolare vela per cacciare più a lungo e Edafox, molto simile a Dimetrox ma con denti più piccoli capaci di tritare il fogliame.

I dinosauri hanno dominato la Terra per circa 180 milioni di anni per poi sparire definitivamente, lasciando impronte e ossa in tutto il mondo, ma soprattutto un mistero da risolvere.

Sono state date numerose spiegazioni all’estinzione dei dinosauri che 65 milioni di anni fa decretò la fine di un era: ma l’aura di mistero continua a rimanere. Ci saranno ancora dei dinosauri nascosti in qualche angolo del nostro pianeta? Per molti scienziati e studiosi l’arrivo sulla Terra di un gigantesco asteroide provocò cambiamenti climatici su scala planetaria. Dopo milioni di anni di lotte per la sopravvivenza ed il territorio e sforzi per l’adattamento, i dinosauri non furono in grado di adattarsi a questo evento straordinario che fece calare il sipario sui lucertoloni del Mesozoico.


Saurischi Erbivori
I Saurischi Erbivori, alleati dei Saurischi Carnivori contro gli Ornitischi, erano possenti erbivori simili alle lucertole, dal lungo collo e i denti  a spatola utilissimi per “rastrellare” le foglie degli alberi.

Saurischi Carnivori
Carnivori bipedi ed alleati dei Saurischi Erbivori, i Saurischi Carnivori, anch’essi simili alle lucertole, avevano sviluppato artigli affilati e denti aguzzi diventando abili predatori.

Ornitischi Corazzati
Gli Ornitischi erano dinosauri erbivori, molto combattivi, simili agli uccelli e con il becco corneo. Tutti i membri della famiglia dei Corazzati hanno schiena, fianchi e coda coperti da placche ossee.

Ornitischi Cornigeri
Alleati con i loro simili Corazzati, gli Ornitischi Cornigeri combattevano sempre in prima fila per via delle possenti corna (sembra che da qui derivi il loro nome).

Pelicosauri
I Pelicosauri, avevano una caratteristica vela sul dorso, usata probabilmente per regolare la temperatura corporea. Erano il gruppo più mansueto e spesso facevano da paciere tra Saurischi e Ornitischi.

MEGADINOserie

Guarda il video!